ATLS® (Advanced Trauma Life Support®)

  • Published in Corsi

Le origini dell’ATLS® – American College of Surgeons (ACS)

Nel 1976, un ortopedico statunitense, il Dott. Styner, mentre stava volando con la moglie ed i figli sul suo piccolo aereo, precipitò in aperta campagna nello stato del Nebraska. La moglie morì nell’impatto ed il livello dei soccorsi ricevuti da lui e dalla sua famiglia fu disastroso. Questo chirurgo ortopedico, rilevando quanto la disorganizzazione del sistema fosse totale, ebbe a dire: “Quando è possibile fornire sul campo, con risorse limitate, un trattamento migliore di quello che io ed i miei figli ricevemmo nell’ospedale di primo soccorso, significa che c’è qualcosa di sbagliato nel sistema e che il sistema deve essere cambiato”.
Sulla base di questa esperienza negativa Styner, con alcuni colleghi, iniziò a sviluppare quello che sarebbe diventato il corso ATLS®, brevettato dall’ American College of Surgeons – Committee on Trauma.
Il Programma ATLS® è stato importato in Italia dall’ACS – Italian Chapter nel 1994.
La sigla ATLS® deriva dalle iniziali di Advanced Trauma Life Support® che significa “supporto vitale avanzato nel traumatizzato”. E’ dimostrato che un trattamento adeguato e standardizzato nella prima ora dopo l’evento traumatico ha il massimo impatto sul risultato finale, in termini sia di mortalità che di morbilità.
Il corso ATLS® fornisce le informazioni e le manualità essenziali per diagnosi e trattamento delle lesioni immediatamente pericolose per la vita e di quelle potenzialmente letali, un metodo per valutare e trattare il  paziente traumatizzato, facile da ricordare anche nelle condizioni di stress psicologico alle quali i medici sono esposti durante le fasi di rianimazione e consente a coloro che si occupano di TRAUMA di  condividere un linguaggio comune.
I principi dell’ATLS ®costituiscono le basi per la valutazione, il trattamento, la formazione e la verifica di una gestione del trauma misurabile, riproducibile ed esaustivo.
Sono riproducibili e applicabili sia dai professionisti che operano in grandi Trauma Senter sia da quelli che operano in ospedali Spoke.
Le procedure ed i contenuti scientifici presentati nel corso sono studiati per facilitare i medici nel trattamento dell’emergenza dei traumatizzati enfatizzando il fattore tempo “golden hour” come finestra di  opportunità durante la quale è possibile influire positivamente sulla prognosi.

DESTINATARI

Il corso è rivolto a Laureati in Medicina e Chirurgia.

OBIETTIVO FORMATIVO GENERALE

Il corso si propone di fornire ai Medici che si occupano di trattamento del paziente traumatizzato le necessarie competenze teoriche e pratiche per gestire le varie lesioni traumatiche in ordine sequenziale, secondo le più recenti linee guida internazionali, durante la prima ora dopo l’ingresso dei pazienti in Pronto Soccorso.

OBIETTIVI SPECIFICI

Il corso è finalizzato ad acquisire abilità teoriche e pratiche per:
• Sospettare lesioni traumatiche determinate dai principali meccanismi lesivi.
• Valutare rapidamente e con precisione le condizioni di un paziente utilizzando un metodo standardizzato.
• Rianimare e stabilizzare il paziente in base alla sequenza di priorità.
• Identificare le procedure diagnostiche e terapeutiche salva-vita più affidabili e meno suscettibili di complicazioni.
• Operare in team.
• Determinare se le necessità diagnostiche e terapeutiche del paziente siano superiori rispetto alle risorse strutturali e/o alle competenze mediche specialistiche disponibili nel contesto strutturale.
• Assicurarsi che il livello di cure qualitativamente elevato venga mantenuto durante tutte le fasi della gestione del paziente dalla prima valutazione al trattamento definitivo.
• Organizzare in modo appropriato e in condizioni di sicurezza il trasferimento intraospedaliero o interospedaliero del paziente.
• Riconoscere le insidie correlate alla gestione del paziente traumatizzato e mettere in atto adeguate strategie per prevenire e ridurre gli effetti nocivi.

TIPOLOGIA FORMATIVA

Corso Residenziale a numero chiuso (massimo 20 partecipanti)

METODOLOGIE DIDATTICHE

• discussioni interattive
• presentazione scenari clinici
• dimostrazioni pratiche sulla conduzione della valutazione e trattamento dei pazienti traumatizzati
• discussioni di gruppo
• esercitazioni pratiche relative alle procedure diagnostiche e terapeutiche
• esercitazioni pratiche che consentono ai partecipanti di applicare il metodo ATLS per valutare e trattare pazienti traumatizzati simulati

MODALITA DI VALUTAZIONE

- Test composto da 40 domande a risposta multipla sull’acquisizione dei fondamenti teorici.
Il test s’intende superato qualora il partecipante fornisca almeno il 75% delle risposte corrette.
In caso di risultato ≤ 75%, il partecipante potrà ripetere il test scritto nei 2 mesi successivi, qualora abbia superato il test pratico.
- Test pratico, rappresentato dalla conduzione della valutazione e del trattamento iniziale di un paziente simulato con trauma maggiore, durante il quale il candidato sarà chiamato ad applicare il metodo ATLS® per individuare alcune lesioni potenzialmente letali.
La valutazione verrà effettuata dall’Istruttore secondo rigorosi criteri che includono alcune decisioni terapeutiche critiche, specifiche per ogni scenario.
In caso di fallimento, il Candidato avrà l’opportunità di ripetere la prova su un differente scenario clinico.

VALIDITA’ DELLA CERTIFICAZIONE

La certificazione fornita dall’ACS-COT a coloro che superano il Corso ha una validità di 4 anni.
per ottenere la ricertificazione è necessario frequentare nuovamente un corso ATLS Provider aggiornato all’edizione corrente entro 6 mesi dalla scadenza.